Weekend d'autunno | Tresigallo, Ferrara

Itinerari d'autore per visite veloci senza assembramenti nei fine settimana del Covid

Marco Riccòmini |  | PIENZA (Si)

Mi sono informato, c’è un volo che parte alle otto e cinquanta... ma quest’anno, visto come vanno le cose, mi sa che rinunceremo al Nord dell’India. E allora? Allora occorrerà fare di necessità virtù e trovare l’esotico nel familiare, nel rispetto del «distanziamento sociale», alla ricerca di angoli del Bel Paese che ci facciano ricordare il brivido della scoperta, ma in «sicurezza».

Se, aggirandovi nella vostra città deserta durante il lockdown, avete avuto una sensazione di straniamento, provate a immaginare come sarebbe «entrare» per magia in una «Piazza d’Italia» di de Chirico, luogo ideale per praticare il «distanziamento sociale». Esperienza «metafisica» che potete fare a Tresigallo, provincia di Ferrara.

Pienza del Novecento, forse la più stupefacente città di nuova fondazione del secolo scorso, è rimasta intatta così come l’aveva disegnata Edmondo Rossoni. Set ideale per un film distopico, oltre alla Casa della Cultura, le Terme pubbliche (la cui scritta è stata trasformata da «Bagni» in «Sogni») e il Campo sportivo, non manca una piazza a forma di «D», in omaggio non al settimanale di «la Repubblica» ma a chi guidava a quel tempo le sorti del Paese.

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Marco Riccòmini
Altri articoli in LUOGHI