Warhol nella Valle d’Itria

Grande retrospettiva con 140 opere dell’alchimista pop in tre sedi

Una delle tre sedi della retrospettiva di Andy Warhol, il Palazzo Ducale di Martina Franca. © LPLT Wikimedia Commons
Mariella Rossi |

Si articola in sei sezioni e tre città la grande retrospettiva «Warhol. L’alchimista degli anni Sessanta», allestita fino al 9 dicembre nel Palazzo Ducale di Martina Franca (Ta), nel Castello Normanno Svevo di Mesagne (Br) e nel Palazzo Tanzarella di Ostuni (Br). Fa parte del programma di grandi mostre a cadenza annuale che la Valle d’Itria dedica ai maggiori artisti del Novecento (lo scorso anno toccò a Picasso) implementando l’offerta storico artistica del territorio.

L’esposizione sul padre della Pop art americana, curata da Maurizio Vanni, è visitabile con un biglietto unico e comprende 140 opere suddivise per temi: «Consumismo, oggetti quotidiani e serialità», «Personaggi celebri. A uso e consumo», «Amore per la musica. Da producer e ideatore», «Rivoluzione sessuale. Dal ’68 a Ladies and Gentleman», «Marilyn, Jackie e John F. Kennedy» e «L’influenza Pop che raggiunge la
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Mariella Rossi
Altri articoli in MOSTRE