ARTEFIERA 970x90
Nuova testata GDA
Nuova testata GDA

Mostre

Vija rigenerante satura la coscienza

Una retrospettiva di Celmins al San Francisco Museum of Modern Art attesa da dieci anni

«To Fix the Image in Memory I-XI» (1977-82)» di Vija Celmins

San Francisco (Stati Uniti). Vija Celminsè meglio nota per le sue immagini ossessive e minuziosamente dettagliate di onde oceaniche e cieli notturni costellati di stelle. E in effetti, nel corso della sua carriera, è tornata ripetutamente su questi soggetti. Eppure queste opere sono notoriamente difficili da ottenere: l’artista lavora a un ritmo impegnativo e musei e collezionisti privati, desiderosi di acquistare suoi pezzi, hanno dovuto attendere a lungo. Sembra quindi coerente che la retrospettiva «Vija Celmins: To Fix the Image in Memory», al San Francisco Museum of Modern Art dal 15 dicembre al 31 marzo, abbia anch’essa sofferto di una lunga gestazione: dieci anni secondo Gary Garrels, curatore senior di pittura e scultura.

La mostra comprende circa 150 opere, grosso modo metà di ciò che la Celmins ha prodotto negli ultimi 55 anni. E sottolinea come l’artista ottantenne, lettone di nascita, resista a qualsiasi categorizzazione, sebbene alcuni vedano collegamenti al Concettualismo e al Minimalismo.
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

Nancy Kenney, da Il Giornale dell'Arte numero 392, dicembre 2018

©RIPRODUZIONE RISERVATA
GDA413GDA413 VERNISSAGEGDA413 GDECONOMIAGDA413 GDMOSTRE
Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012