Ungheresi a Sassovivo

Stefano Miliani |  | Foligno (Pg)

Rinvenuta una zona sepolcrale nell'abbazia benedettina di Sassovivo

Dalle sue mura possenti in mezzo al bosco, l’abbazia benedettina di Sassovivo guarda la vallata e a un passato che all’inizio del XII secolo la vedeva tanto potente da dipendere direttamente dal papa senza intermediari. Oggi il complesso attira anche archeologi e architetti perché ha molto da raccontare.

Tra maggio e giugno dell’anno scorso la Scuola di specializzazione in Beni architettonici e del paesaggio della Sapienza di Roma ha condotto, all’interno di un corso sugli scavi, una prima campagna che, racconta la presidente degli Amici dell’abbazia e archeologa Roberta Taddei, ha permesso di rinvenire una zona sepolcrale e, nell’area del sagrato, la facciata della chiesa originaria confermando che era molto più grande di quella attuale, rimaneggiata dopo un terremoto distruttivo del Settecento.

Della facciata più antica, dell’XI
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Stefano Miliani