Una strage senza fine

Elena Franzoia |  | Chantilly (Francia)

Attorno a Poussin 50 opere da Reni a Bacon 

Fino al 7 gennaio uno dei capolavori di Nicolas Poussin conservati al Musée Condé, «La strage degli innocenti», è al centro di una mostra che indaga non solo genesi e peculiarità, ma anche il fascino esercitato nei secoli e l’importanza come fonte di ispirazione. Prestiti eccellenti e la collaborazione con il Louvre hanno consentito al commissario Pierre Rosenberg e ai numerosi curatori (Christel Dupuy, Laurent Le Bon, Emilie Bouvard, Nicole Garnier, Astrid Grange) di spaziare fino all’arte contemporanea, attraverso un percorso strutturato intorno a una cinquantina di opere.

Allestita nel Domaine de Chantilly, la mostra «Le Massacre des Innocents. Poussin, Picasso, Bacon» valorizza l’eccezionale nucleo di opere del maestro classicista conservato a Chantilly, secondo solo a quello del Louvre. Eccezionalità ribadita dalla mostra parallela allestita nel Gabinetto
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Elena Franzoia