Un gallerista in volo e un artista in carrozza

Francesca Romana Morelli |  | Roma

Compie 40 anni di attività Pio Monti, il più generoso «complice» di Gino De Dominicis e convinto sostenitore prima dell’Arte concettuale e poi del Citazionismo

Davanti all’antica Fontana delle Tartarughe in piazza Mattei, una sorta di cortile a cielo aperto, e di fronte a una statua di Giacomo Leopardi, hanno sede le attuali gallerie di Pio Monti, rispettivamente Pio Monti a Roma e Idill’io a Recanati. A oltre settant’anni, il gallerista si considera un «marchigiano espatriato», animato da una curiosità istintiva, inquieta, che gli fa sentire il bisogno di conoscere ciò che gli appare ignoto: «Da bambino, nelle riunioni di famiglia, scivolavo sotto il tavolo e con una pila cercavo di scoprire il mistero nelle gambe delle commensali». Festeggia i quarant’anni da gallerista nella capitale con la mostra «Roma? Il futuro è passato», aperta fino al 27 febbraio. Ha allestito una parete di foto zeppe di
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Francesca Romana Morelli