Troia tra mito e realtà al British Museum

La guerra e la riscoperta della città in oltre 300 oggetti

Giuseppe Mancini |  | Londra

Troia e il suo tesoro tornano a Londra, 140 anni dopo che vi vennero esposti in anteprima mondiale, nel 1877, poco dopo essere stati rinvenuti sulla collina di Hisarlik da Heinrich Schliemann. Si apre infatti il 21 novembre al British Museum la mostra «Troia: la realtà e il mito», in programma fino all’8 marzo, che fonde archeologia, letteratura, suggestioni artistiche, dal mondo antico ai giorni nostri.

Tra gli oltre 300 oggetti esposti, circa cento fanno parte per l’appunto dei materiali scavati dall’archeologo tedesco, in prestito dal Museum für Vor- und Frühgeschichte di Berlino: ceramiche, argenti, armi in bronzo, sculture in pietra.

La mostra è divisa in tre grandi sezioni. La prima è dedicata alla storia della guerra di Troia come raccontata da fonti greche, romane ed etrusche: a partire dal bardo che nell’Odissea di Omero canta la caduta della città. La seconda ricostruisce le vicende
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Giuseppe Mancini
Altri articoli in MOSTRE