Tremlett sociale

Nicola Pirulli |  | Torino

La vocazione sociale dell’Opera Barolo, fondata nel 1864 a Torino da Giulia di Barolo, incontra quella di David Tremlett (St. Austell, Gran Bretagna, 1945), artista che da tempo ha instaurato un rapporto privilegiato con l’Italia (tra i lavori più celebri, la Cappella Ceretto nel cuneese, con Sol LeWitt) e che ora ha deciso di donare una propria opera a beneficio dei meno fortunati. «Ritmo e Forma» è infatti il titolo del wall painting realizzato nelle parti comuni di uno degli edifici del «distretto sociale» cittadino (vicinissimo al Cottolengo), dove l’Opera ha inaugurato, il 25 ottobre scorso, il progetto di housing sociale «Giulia».

Ricavato nel cosiddetto «Rifugio», uno dei primi nuclei costruiti nel complesso la cui riqualificazione è stata curata dallo studio Gandione, ospita 48 residenze temporanee per persone e famiglie. Dopo aver «colorato» un padiglione di un ospedale londinese, Tremlett,
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Nicola Pirulli