Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Aste

Tra i più quotati Sottsass, Venini e Buzzi

Il design alle aste italiane chiude l'anno in bellezza

La credenza di Sottsass venduta da Wannenes. © Wannenes

L’Italia del design chiude il 2019 in bellezza con numerosi risultati interessanti, a cominciare dai 1.001.496 euro totalizzati da Wannenes a Genova, il 13 dicembre, con l’asta «Design & Forme», nell’ambito della quale una credenza a doppio corpo mod. MS. 120 di Ettore Sottsass per Poltronova degli anni ’50 è stata aggiudicata a 43.850 euro (stima 18-22mila) e una coppia di poltrone mod. Uovo di Ico Parisi per Cassina del 1953 ca è stata esitata per 25.100 euro (6.500-7.500).

A Torino, il 18 dicembre, da Della Rocca, Sottsass è nuovamente tra i top lot della «Design Winter Sale» con il «Totem Menta» del 1985, in laminato plastico e ceramica policroma per Mirabili, venduto a 40.920 euro (16-20mila) e con un altro «Totem Claire de Lune», sempre per Mirabili, del 1992 aggiudicato a 35.960 euro (16-24mila).

A Milano nell’asta organizzata da Il Ponte il 17 dicembre, che ha visto buoni risultati per le luci progettate dallo Studio Bbpr, da Angelo Lelii e da Max Ingrand, oltre che per i mobili di Buzzi, Ponti, Albini e altri importanti designer italiani, il top lot è stato, invece, appannaggio del danese Georg Jensen con una coppia di candelabri a cinque fiamme, modello «383-A» degli anni ’20-30 in argento sbalzato e cesellato a foglie e grappoli d’uva, battuta a 26mila euro (20-25mila).

Infine, da Cambi, il 19 dicembre sempre a Milano, l’asta «Italia ’900» ha disperso con successo un insieme significativo di ceramiche e vetri di Murano, tra i quali un eccezionale vaso con bocca a forma di cuore in vetro Tramonto di Tomaso Buzzi per Venini del 1932 ca, venduto per 75mila euro (25-30mila) e un raro vaso Scozzese di Fulvio Bianconi, sempre per Venini, del 1950 ca esitato per 60mila euro (40-50mila). Tra le ceramiche, la coppa ovale «Emerenziana» di Gio Ponti per Richard Ginori del 1925 ca, della nota serie «Le mie donne» in maiolica con decoro policromo, è stata aggiudicata a 15mila euro, il triplo della stima minima.

Vetri di Murano e ceramiche sono state il tema anche dell’asta battuta il 10 dicembre a Brescia da Capitolium Art, nel cui ambito il risultato più elevato sono stati i 45.360 euro pagati per un raro vaso in vetro a murrine «a dama», nei colori turchese e pagliesco, di Paolo Venini eseguito nel 1953 e stimato 40-60mila.

Carla Cerutti, da Il Giornale dell'Arte numero 404, gennaio 2020


Ricerca


GDA marzo 2020

Vernissage marzo 2020

Il Giornale delle Mostre online marzo 2020

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012