Toscana, un paesaggio tempestoso

Cave nelle Alpi Apuane.  Foto L. Lombardi, archivio Nemo
Stefano Miliani |

Firenze. Grande è il caos sopra il cielo del paesaggio della Toscana. E sopra le cave di marmo delle Apuane volano tuoni e fulmini. Il piano paesaggistico coordinato dall’assessore all’urbanistica Anna Marson è atteso per l’approvazione definitiva per il 10 marzo.
Dopo l’accordo raggiunto nella difficile partita con i viticoltori (cfr. «Il Giornale dell’Arte» n. 349, gen. ’15, p. 5), tutto sembrava procedere verso la dirittura d’arrivo. Invece si è scatenata una autentica tempesta politica. A contestare punti fondanti del documento che mette paletti agli interventi sul territorio è il partito di maggioranza della Giunta regionale, il Pd. Due, per riassumere, i punti critici nel testo presentato nella commissione Ambiente: intanto le prescrizioni sui vincoli paesaggistici ai Comuni vengono trasformate in raccomandazioni. Ardelio Pellegrinotti, dei Democratici, accusa: si pongono vincoli troppo rigidi anche in
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Stefano Miliani