Spoleto, la Rocca s'illumina di notte

La fortezza museo avvia un progetto di «light art» per una campagna di crowdfunding destinata alle opere d'arte terremotate. Ma altri progetti sono in cantiere

L'installazione Light in the Stone alla Rocca Albornoziana
Stefano Miliani |

Spoleto (Pg). Con la sua mole che dal colle domina la città del Festival dei due mondi, la Rocca Albornoziana di Spoleto non risulta aver subito contraccolpi dai terremoti di ottobre. Viceversa altri edifici in città hanno mostrato crepe e, soprattutto, la paura del sisma ha avuto ripercussioni pesanti sul turismo nella cittadina come in molte zone dell'Umbria. A novembre tanti hanno disdetto soggiorni prenotati. Ed è per ridare fiducia e contribuire al recupero delle opere d'arte danneggiate dal sisma (il deposito regionale è nella zona industriale spoletina del Santo Chiodo) che prende il via il progetto di light art «Lightquake», ideato per stimolare una raccolta fondi attraverso il crowdfunding che inizierà a gennaio 2017 e confluirà in una mostra collettiva a dicembre 2017.
Per il momento, sabato 17 dicembre alle 16.30, dà il la al progetto l'installazione luminosa «Light in the Stone» di
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata Il cortile delle Armi della Rocca Albornoziana
Altri articoli di Stefano Miliani