Sotheby’s supera l’incertezza

È rimasta la sola a tenere l’asta a giugno

Anny Shaw |  | Londra

Dopo la decisione di Christie’s di cessare le proprie vendite londinesi estive di arte contemporanea, incombeva l’incertezza sulla stagione. Sotheby’s ha trovato la sua strada il 28 giugno, con una vendita consistente: 39 lotti venduti su 41, con un incasso di 70,8 milioni di euro diritti compresi (stime 50-69 milioni). La cifra supera di un 10% quella di giugno 2016 (63 milioni), che si tenne alcuni giorni dopo il referendum sulla Brexit, ma rimane molto sotto la metà dei 184 milioni di euro (dell’epoca) totalizzati nel 2015.

Il mercante londinese Omer Tiroche ha ammesso dopo la vendita di aver avuto ansia per le sue consegne, proprio per l’incertezza delle previsioni su queste aste. «Se fosse stato un periodo normale, Sotheby’s non avrebbe avuto alcuna difficoltà a ottenenre opere importanti dai venditori», ha detto. I nomi importanti c’erano, comunque. Il prezzo più alto è stato
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Anny Shaw