Sette modi di essere Biennale / Performativa

Franco Fanelli |  | Venezia

Manualità, sonorità, interattività, antropologia, AZIONI, costruzioni, muffa: le parole chiave per visitare la Mostra Centrale e i padiglioni nazionali


Il Leone d’oro alla carriera a Carolee Schneemann e al Padiglione della Germania hanno premiato «l’arte agita» e spesso impegnata, vale a dire quella che teoricamente dovrebbe essere al di sopra di ogni sospetto per quanto riguarda il vile commercio, e il feticismo da possesso.


La Germania rappresentata da Anne Imhof vince con un padiglione nel quale gli attori interpretano una performance di cinque ore sopra e sotto un pavimento sopraelevato trasparente. Vanno in scena, in questo ambiente trasparente sì ma anche claustrofobico, una «casa» sorvegliata all’esterno da cani dobermann, questioni come l’erotismo e il potere, la libertà e il castigo divino, la «necropolitica» e il «corpo biopolitico», la masturbazione e la Rete. Il tutto
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Franco Fanelli