Semplici testimoni, fotografi incredibili

Dal 27 agosto all'11 settembre a Perpignan la ventottesima edizione del festival di fotogiornalismo Visa pour l'Image

Peter Bauza, «Copacabana Palace»: Maria Eduarda nella stanza che condivide con quattro fratelli e sorelle. © Peter Bauza / Echo Photojournalism
Chiara Coronelli |

Perpignan (Francia). Si svolge dal 27 agosto all’11 settembre la ventottesima edizione del Visa pour l’Image, il più importante festival dedicato alla fotografia di reportage, che dal 1989 torna a fine estate nel capoluogo francese dei Pirenei Orientali.

Ventidue mostre, proiezioni serali, incontri, premi (tra i quali i Visa d’or, il Prix Ani Pix-Palace, il Prix Carmignac e il Getty Images Grants) oltre agli appuntamenti annuali come quello con World Press Photo, richiameranno tutto il fotogiornalismo mondiale intorno alla kermesse fondata e diretta da Jean François Leroy. Nell’editoriale che dedica al Visa 2016, Leroy ricorda che a dispetto di quanti «annunciano “la fine di un’epoca, la fine di pezzi di cartone chiamati stampe” e difendono il concept e il “Visual Storytelling”, Visa pour l’Image ci ricorda che anche dei semplici testimoni sono fotografi incredibili», e che
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata Niels Ackermann, Slavutyc, febbraio 2012. Un'area giochi in un quartiere cittadino. © Niels Ackermann / Lundi13 Lauréat 2016 du Prix de la Ville de Perpignan Rémi Ochlik Anastasia Rudenko, «Internats»: Alcuni pazienti nel bosco vicino al villaggio. Elat’ma, regione di Riazan, Russia, 2012. © Anastasia Rudenko Prix Canon de la Femme Photojournaliste 2015 sostenuto dalla rivista Elle Yannis Behrakis, «I cammini della speranza e della disperazione»: Un siriano con i suoi due figli cerca di sbarcare dopo la traversata dalla Turchia. Isola di Lesbo, 24 settembre 2015. © Yannis Behrakis / Reuters Valerio Bispuri, «Paco»: Due ragazzi fumano paco. Il più giovane ha soltanto 12 anni. Pelourinho, centro storico di Salvador de Bahia, marzo 2010. © Valerio Bispuri Valerio Bispuri, «Paco»: A casa sua, con sua madre e suo fratello, Ezechiele (17 anni) riempie la pipa di «paco». È tossicodipendente. Il fotografo l'ha seguito per mesi. Lomas de Zamora, sud di Buenos Aires, marzo 2013. © Valerio Bispuri Yuri Kozyrev, «Kurdistan, l'altro Iraq»: Picnic in famiglia in riva al Lago Dukan. Anche se le linee del fronte si trovano a meno di tre ore, molti curdi non rinunciano ai tradizionali picnic con la famiglia. Sulaymaniyah, Kurdistan, maggio 2015. © Yuri Kozyrev / NOOR / National Geographic Magazine Aris Messinis, Giubbotti di salvataggio e  resti di imbarcazioni abbandonati dopo la traversata dell'Egeo. Methymna, isola di Lesbo. 19 febbraio 2016 © Aris Messinis / AFP
Altri articoli di Chiara Coronelli