Savinio iridato e polifonico

Un esperimento di ricerca a più voci, a cura di Ester Coen

Eloisa Morra |

In occasione della mostra nel Palazzo Altemps di Roma «Alberto Savinio. Incanto e mito», la curatrice Ester Coen ha deciso di sostituire il tradizionale catalogo con un esperimento di ricerca a più voci, prima uscita della nuova collana Enciclopedia di Electa.

Ricorda la storica dell’arte che quella di Savinio è «una realtà iridata e polifonica, la realtà che questo volume vuole restituire attraverso la varietà di autori e voci. Una polifonia accordata su altezze e sfumature sonore diverse a comporre la rete di rapporti e interessi che ha dato origine all’opera multiforme ed enigmatica che tanti misteri ancora nasconde».

Come il grande libro saviniano cui rende omaggio, il lettore potrà attraversare questo volume a piacimento, tessendo legami tra voci correlate o vagando liberamente tra le pagine. Si compone infatti di oltre cento voci scritte da 32 autori che possono essere lette indipendentemente: studiosi, scrittori, musicologi, filosofi, storici della danza e critici letterari e d’arte, senza dimenticare il contributo di Ruggero, figlio dell’artista divenuto a sua volta artista e scrittore.

Come ricordava Paola Italia in occasione della mostra saviniana tenutasi tre anni fa al Cima (Center for Italian Modern Art) di New York, Savinio è stato una «centrale creativa» a più dimensioni che avrebbe meritato di essere ulteriormente esplorata. Da Achille a Zeus, le tessere di Savinio A-Z compongono il ritratto estravagante di un ingegno multiforme, spiato alternatamente con il cannocchiale e il microscopio per coglierne l’essenza sfuggente.

A corredo dei testi, quadri, schizzi e fotografie raccontano per immagini la vita e le avventure intellettuali di uno dei più importanti esponenti della genealogia del «doppio talento».

Savinio. A-Z
a cura di Ester Coen, 355 pp., Ill. col., Electa, Milano 2020, € 34

© Riproduzione riservata
Altri articoli in LIBRI