Romain Mader cerca moglie in Ucraina (ma è una fiction) e vince il Foam Paul Huf Award

Chiara Coronelli |

Amsterdam. Su oltre cento fotografi candidati, provenienti da tutto il mondo, il Foam Paul Huf Award 2017 è andato allo svizzero Romain Mader (Aigle, 1988) per la serie intitolata «Ekaterina». Lucy Conticello, Gregory Barker, Teju Cole, Shi Hantao e Maddalena Scarzella, giudici di questa undicesima edizione del premio dedicato a fotografi sotto i 35 anni, hanno dichiarato di credere «che sia un artista di notevole sensibilità e sottigliezza, e che sia destinato a diventare una voce rilevante della fotografia contemporanea».

Accompagnata da una sorta di diario, la serie è una fiction che descrive il viaggio dello stesso Mader in una città immaginaria dell’Ucraina, dove il fotografo va a cercare moglie. «Nel mio lavoro, spiega, gioco con la realtà e la finzione. La mia idea era di realizzare un documentario sul turismo sessuale in Ukraina. Dal momento che erano già stati prodotti molti buoni
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata Romain Mader davanti ai ritratti della serie «Ekaterina» Un ritratto di Romain Mader della serie «Ekaterina» Un ritratto di Romain Mader della serie «Ekaterina»
Altri articoli di Chiara Coronelli