Restauro di fantasia per il Castelluccio

Giorgio Vicinanza |  | Battipaglia (Sa)

Dai nostri inviati speciali, i lettori

Giorgio Vicinanza

Il Castelluccio di Battipaglia, edificato nell’XI a cavallo tra il periodo longobardo e quello normanno, è uno dei manufatti più antichi della città e ne è il simbolo più importante. Dopo quasi trent’anni di progettazioni che non hanno mai avuto l’approvazione degli organi competenti, dal 2015 sono in corso dei restauri per iniziativa del proprietario Francesco Santese.

I cittadini hanno però segnalato al Fai alcune evidenti stranezze nei lavori: la parte retrostante del Castelluccio (sottoposto a vincolo già nel 1994 - ex legge 1089/1939, riconfermato con D.C.R. n. 2 del 21/04/2015 ex D.L. 42/04), appare stravolta rispetto all’assetto originario. Questa parte, ascrivibile alle prime fasi del castello (XI-XII sec), era composto da alte mura in materiale calcareo e da un edificio coperto da tetto a due falde. Tutto ciò è stato demolito
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli in LETTERE