RAFFAELLO 500 | Macro-shooting fotografico

Interventi sulla «Fornarina» di Palazzo Barberini e la «Deposizione» della Galleria Borghese

La «Deposizione» di Raffaello nel cantiere di restauro alla Galleria Borghese
Arianna Antoniutti |

Roma. Nell’anno delle celebrazioni raffaellesche per il cinquecentenario della morte del pittore sono in corso, in due musei capitolini, esami e interventi su due opere del maestro urbinate: la «Fornarina» (1520 ca) di Palazzo Barberini e la «Deposizione» (1507) della Galleria Borghese. La cosiddetta «Fornarina» è stata sottoposta, nel gennaio scorso, sotto gli occhi dei visitatori, a scansione macro della fluorescenza dei raggi X, analisi che fornisce immagini ad alta risoluzione degli elementi chimici presenti sul dipinto.

L’opera è ora in prestito alle Scuderie del Quirinale per la mostra «Raffaello», mentre restauratori ed esperti sono al lavoro sui dati elaborati, che hanno fornito elementi sulla natura dei pigmenti utilizzati, sulla tecnica pittorica e sullo stato di conservazione del dipinto. Nel settembre scorso, a medesimo scanning macro-XRF, e a riflettografia IR iperspettrale, era
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Arianna Antoniutti