Racconti d’archivio

Silvano Manganaro |  | Roma

Tra i talenti più rappresentativi della sua generazione, Tris Vonna Michell (Essex, 1982) allestisce alla T293 di Roma sino al 3 dicembre una mostra che oscura la galleria per dar spazio a proiezioni, installazioni e lavori audio.

L’artista inglese si è ritagliato un posto importante nella scena internazionale grazie al suo lavoro caratterizzato da una personale rielaborazione di uno sconfinato archivio di immagini e parole che colleziona nei suoi viaggi intorno al mondo. Le sue installazioni comprendono e assorbono appunti e spunti visivi e testuali, non disdegnando oggetti tecnologicamente obsoleti. In uno dei lavori in mostra, «Postscript III-V(Berlin)», racconta, ad esempio, storie complesse e stratificate (la propria e quella della sua famiglia all’interno del contesto della storia di Berlino) riuscendo a fondere l’esperienza personale con gli eventi della contemporaneità.

Le sue opere si
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Silvano Manganaro