Quotidiani «lavori in corso» alla Castellina

Stefano Miliani |  | Norcia (Pg)

All’apparenza massiccia e resistente, non destava particolari preoccupazioni: la residenza fortificata del Museo della Castellina a Norcia colpita dal terremoto del 30 ottobre può essere invece pericolosa in caso di scosse. È infatti la casa del bel Museo civico diocesano. I pezzi principali, tra cui una «Vergine con angelo» in terracotta invetriata di Andrea e Luca Della Robbia, sono ricoverati a Spoleto fin dai primi di novembre mentre una «Madonna» di Jacopo della Quercia è esposta temporaneamente alla Galleria nazionale dell’Umbria a Perugia.

«Le circa 450 opere entro gennaio saranno tutte o quasi nel deposito delle opere umbre terremotate», interviene la direttrice Maria Angela Turchetti, che ha seguito ogni evacuazione fra i detriti nell’edificio progettato nel 1554 dal Vignola. «Quando evacuiamo le opere, con Vigili del Fuoco, Protezione civile, Carabinieri del patrimonio culturale,
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Stefano Miliani