Quella via è lunga 2.200 anni

Stefano Luppi |  | Modena

«Immergersi» tra i monumenti, il foro e le domus delle città romane è possibile a Modena, dal 12 al 14 maggio, grazie alla street art. In occasione della celebrazione dei 2.200 anni dalla fondazione delle città lungo la Via Aemilia, le colonie Mutina (Modena) e Parma, fondate nel 183 a.C., e Regium Lepidi (Reggio Emilia), istituita come «forum» nello stesso periodo, sono i graffitisti a fornire un aiuto visivo alla conoscenza delle antiche popolazioni emiliane.


L’evento «Varchi nel tempo. Tra archeologia e street art 3D» mostra le ricerche che in questi decenni hanno permesso di ricomporre il quadro dell’impianto urbano della colonia romana. Gli street artisti Kurt Wenner, Leon Keer, Julian Beever, Eduardo Relero e Vito Mercurio, a Modena in cinque luoghi del centro eseguiranno disegni che sfonderanno illusoriamente la pavimentazione della città attraverso la tecnica dell’anamorfismo, per
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Stefano Luppi