Prova prova prova prova

Francesca Romana Morelli |  | Roma

Nel 2004 ad Anghiari e a Roma fu dedicata una vasta antologica a Fausto Vagnetti (1876-1954). Dal 2 marzo al 9 aprile la galleria Berardi torna a indagare la ricca stagione creativa di Vagnetti con un’antologica costituita da una quarantina di oli. Spicca un gruppo di paesaggi della nativa Anghiari e di vedute di Roma, dove Vagnetti si trasferisce intorno al 1910. Non meno interessanti sono i soggetti legati alla cerchia familiare, tra cui il ritratto della moglie Rosalia (1919, nella foto): «Vagnetti è uno dei maestri del Divisionismo romano ancora quasi sconosciuto agli appassionati d’arte», spiega Gianluca Berardi, curatore della mostra.

Alla fase dell’ingresso con Terzi, Lionne, Noci, Innocenti e il giovane Oppo nelle mostre della Secessione (1913-17) appartiene «La fontana di Palazzo Borghese» (1915), in cui, grazie alla veloce tecnica esecutiva a piccoli tocchi di colore, ottiene una luce
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Francesca Romana Morelli