Protagonisti 2019 | Mostra | Utopia e tramonto

L'allestimento ha il merito di mettere a nudo la miopia degli schematismi e la retorica imperversanti nel 2019, trentesimo anniversario della caduta del Muro

Werner Tübke, «Sizilianischer Grossgrundbesitzer mit Marionetten», 1972 (particolare). Albertinum, Galerie Neue Meister, Staatliche Kunstsammlungen Dresden. © Werner Tübke / VG - Bild-Kunst Bonn 2019. Foto: bpk / Staatliche Kunstsammlungen Dresden / Elke Estel / Hans-Peter Klut
Franco Fanelli |  | Düsseldorf

Sono stati scelti dalla redazione de «Il Giornale dell'Arte» i protagonisti del 2019 nelle categorie «Persona», «Mostra», «Museo» e «Libro». Per la categoria «Mostra», la prescelta è «Utopia e tramonto. Arte nella Ddr» al Kunstpalast di Düsseldorf.

Düsseldorf. Quando il presidente Sandro Pertini, nel 1979, chiese un binocolo per scrutare, da una torretta di perlustrazione sulla parte ovest del Museo di Berlino, che cosa ci fosse oltre la cortina, vide un’analoga torretta con un vopos che ricambiava lo sguardo. Una più approfondita e meno frustrante occhiata a quello che succedeva nella Germania dell’Est, almeno sotto il profilo dell’arte, la sta offrendo, sino al 5 gennaio, la mostra «Utopia e tramonto. Arte nella Ddr» al Kunstpalast di Düsseldorf.

Curata da Steffen Krautzig, ha l’enorme merito di mettere a nudo la miopia degli schematismi e la retorica imperversanti nel 2019,
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Franco Fanelli
Altri articoli in OPINIONI