Pinocchio di Bene in meglio

Francesca Romana Morelli |  | Roma

Dalla fine del Novecento diventata il parcheggio di giovani tedeschi e stranieri, Berlino è stata definita il «paese dei balocchi»: divertente, tollerante, ma anche un luogo in cui si smarrisce il senso della crescita e dell’ordine sociale. Da questa riflessione è partito un progetto artistico di Gianluca Malgeri (Reggio Calabria, 1974) e di Arina Endo (Hyogo, Giappone, 1983), attivi tra Firenze e la metropoli tedesca.

Al Magazzino, fino al 30 gennaio, presentano «Homo ludens», una mostra a quattro mani con sculture, installazioni, disegni, acquerelli e collage incentrati sulla rilettura di Pinocchio compiuta da Carmelo Bene, che vede nel burattino di legno il «monito a decrescere», perché la sua trasformazione in un bambino perbene, con la conseguente perdita del naso ingombrante, costituisce «l’attimo del consegnarsi definitivamente all’obbedienza».

Nella stanza centrale una scultura in filo di rame e
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Francesca Romana Morelli