Phillips farà a Manhattan la sua prima Italian Sale

Anny Shaw |

Il curatore italiano Francesco Bonami organizza un’asta di arte italiana da Phillips New York per il prossimo 28 aprile. Il catalogo ha una cinquantina di opere create nel corso dell’ultimo secolo, ma l’Arte povera, uno dei più celebri movimenti artistici italiani usciti dai confini nazionali nell’ultimo secolo, non avrà il posto d’onore. Bonami concentrerà invece la sua attenzione su artisti meno noti, come quelli della mostra da lui organizzata a Palazzo Grassi di Venezia nel 2008, «Italics», che spostò l’attenzione dagli artisti dell’Arte povera e della Transavanguardia a nomi precedentemente marginalizzati dalla lettura tradizionale dell’arte moderna e contemporanea italiane. «L’idea è di estendere la visione dell’arte italiana al di là degli artisti più consolidati», dice Bonami. La vendita di Phillips, promossa come la prima importante asta italiana a New York, comprenderà opere di artisti quali Paola
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Anny Shaw