Parlano i responsabili: De Chirico e Scoppola

Stefano Miliani |  | Assisi (Pg)

In qualunque modo si valuti, la polemica sui restauri di Assisi implica un interrogativo: nella Cappella di San Nicola l’ex soprintendente ai Beni storici e artistici dell’Umbria Fabio De Chirico ha vigilato come doveva? Diventato direttore del Servizio I «Arte e Architettura Contemporanee» della Direzione generale retta da Federica Galloni (cfr. p. 10), risponde via e-mail: «Del progetto, già approvato al mio arrivo in Umbria, io stesso ho seguito le fasi di intervento, la cui conclusione ha visto emergere critiche molto positive proprio sulle metodologie adottate, scrupolosamente brandiane, ma anche estremamente rispettose del tessuto pittorico e volte a un’interpretazione filologica e conservativa dell’intera cappella. Francamente non capisco perché se ne parli oggi in termini contraddittori, posto che ogni dibattito, se costruttivo, è un arricchimento».

E sul Comitato di esperti scrive: «Le
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Stefano Miliani