Parigi, un premio italo-francese per la letteratura «fuori dal libro»

Centre Pompidou e Fondazione Bonotto unite nel nome di Bernard Heidsieck, padre della poesia visiva

L'immagine guida del festival Extra!
Luana De Micco |

Parigi. Il Centre Pompidou e la Fondazione Bonotto si sono unite per creare un nuovo inedito premio letterario che ricompensa la letteratura «fuori dal libro». Non a caso il premio, che sarà assegnato domani 6 settembre a Parigi in apertura del festival Extra!, alla sua prima edizione, prende il nome di Bernard Heidsieck, poeta francese padre della poesia sonora, scomparso nel novembre 2014 a 86 anni. È a lui che si deve infatti la formula di letteratura «hors livre» che comprende quelle avanguardie letterarie che si sono emancipate dall’oggetto-libro per prendere forme espressive alternative, dalle poesie-spartiti e audio-poemi alle altre performance sonore e visive.
L’unione delle due istituzioni, di Parigi e di Molvena (in provincia di Vicenza), nasce dal comune interesse per la poesia sperimentale. La Fondazione Bonotto, creata nel 2013, si impegna a sostenere le forme d’arte di ispirazione
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Luana De Micco