Ossessionati dalla ricchezza

All'International Center of Photography di New York il progetto di Lauren Greenfield «Generation Wealth»

Lauren Greenfield, «Generation Wealth»: «Jackie and friends with Versace handbags at a private opening at the Versace store, Beverly Hills, California, 2007»
Chiara Coronelli |

New York. Più di duecento fotografie, una quarantina di interviste, slide show e documentari sono quanto l’International Center of Photography presenta fino al 7 gennaio sotto il titolo di Lauren Greenfield. La fotografa, filmaker e documentarista, nata a Boston nel 1966 e cresciuta a Los Angeles, con questa grande retrospettiva fa ritorno all’ICP dove nel 1997, dopo aver vinto lo Young Photographer Infinity Award, aveva tenuto la sua prima personale in una sede museale.
Da sempre impegnata intorno a temi come il consumismo la cultura giovanile e l’identità di genere, con «Generation Wealth» firma un progetto multipiattaforma che raccoglie 25 anni di ricerca sugli effetti pervasivi dell’ossessione per la ricchezza, sulla sua promessa di felicità. Come spiega la Greenfield, il lavoro «documenta uno spostamento sismico nei valori e nel significato dell’American Dream», mettendo a fuoco «il
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata Lauren Greenfield, «Generation Wealth»: Xue Qiwen, 43, in her Shanghai apartment, decorated with furniture from her favorite brand, Versace, 2005 Lauren Greenfield, «Generation Wealth»: Ilona, a photographer and former model originally from Latvia, in the mezzanine library of her home, which so far contains only copies of a self-published book of her fashion photographs, Moscow, 2012
Altri articoli di Chiara Coronelli