Olnick Spanu: Arte povera sull’Hudson

Stefano Luppi |  | Cold Spring

Sono partiti i lavori per dare vita, nel corso del prossimo anno, al Magazzino of Italian Art, museo e centro espositivo voluto dal collezionista italiano Giorgio Spanu e dalla moglie americana Nancy Olnick. I due imprenditori e mecenati, attivi negli Stati Uniti da molti anni, hanno affidato all’architetto spagnolo Miguel Quismondo la riqualificazione, con parti di nuova edificazione, di una struttura già esistente sulle rive del fiume Hudson, a Cold Spring, a pochi chilometri da New York.

Nascerà una struttura privata da 1.850 metri quadrati (1.650 di spazio espositivo), affidata alla cura di Vittorio Calabrese, in cui oltre a mostre dedicate all’arte italiana del secondo dopoguerra (si tratterà del primo centro in America nato espressamente per questo obiettivo) saranno collocate, probabilmente a rotazione, le opere della collezione Olnick Spanu.

Iniziata negli anni Novanta la raccolta è composta
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Stefano Luppi