Nostalgia di Goldin

Il civico Museo di Santa Caterina
Veronica Rodenigo |

È caos nel capoluogo della Marca. Il primo cittadino Giovanni Manildo, spalleggiato dalle associazioni di categoria, è deciso a riportare nella città del Sile Marco Goldin entro l’autunno con un’esposizione dal titolo alquanto criptico: «Treviso e il mondo». Luogo prescelto: il civico Museo di Santa Caterina, ex complesso conventuale di origine trecentesca comprendente l’omonima chiesa e una pregevole collezione che spazia dall’archeologia a Bellini, Tiziano, Lotto, Bassano, Tiepolo, Longhi sino ad Arturo Martini. La struttura (che attende l’apertura del nuovo Museo civico Luigi Bailo per trasferirvi le opere novecentesche), per spazi e consistenza della collezione, poco si addice al progetto ma l’amministrazione comunale sembra avere molta fretta tanto d’aver approvato con una delibera della Giunta (19 dicembre 2014) il via libera ai lavori di adeguamento funzionale e impiantistico per adattare le sole tre
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Veronica Rodenigo