Napoli | Rapporto 2019 sulla cultura

È un momento turistico felice grazie a vivacità dei musei, rivitalizzazione di alcuni quartieri e fortuna cinematografica. I cantieri però sono lenti e mancano strutture adeguate

Veduta aerea della chiesa del Pio Monte della Misericordia a Napoli durante un concerto
Francesca Amirante |  | Napoli

La città più cool del 2019. È così che una celebre guida ha definito Napoli, tra le mete più richieste d’Italia. Tante le motivazioni: la bellezza del paesaggio, la densità della città, ma anche la sua atmosfera vitale, spesso caotica, mai noiosa. Niente di nuovo per chi la città la conosce da tempo, ma il forestiero resta colpito, anche perché Napoli si è abituata a mettersi in mostra: nel bene e nel male. L’aumento delle rotte aeree con il gran lavoro svolto dall’Aeroporto, la vitalità di alcuni musei, la rivitalizzazione di alcuni quartieri un tempo ritenuti a rischio, il lungomare libero dalle automobili, benché frastornato dalla movida, e la nuova fortuna cinematografica della città sono la faccia buona di questa Napoli che sta scoprendo il turismo di massa. E mentre nell’antico centro greco-romano si leggono i segni della tanto temuta gentrificazione, ci si chiede se la vita
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata Una veduta del Golfo di Napoli
Altri articoli in LUOGHI