Napoli, a Casa Morra teatro e gioco dell'oca

Giuseppe Morra a Casa Morra
Olga Scotto di Vettimo |

Napoli. Con la mostra «I Giganti dell’Arte dal Teatro: Julian Beck, Hermann Nitsch, Shozo Shimamoto, Joseph Beuys» il  7 ottobre Casa Morra inaugura il secondo appuntamento del ciclo «Il gioco dell’oca-100 anni di mostre», progetto espositivo avviato nell’ottobre 2016 e parte di un più complesso progetto culturale, ideato da Giuseppe Morra, all’interno del settecentesco Palazzo Cassano Ayerbo D’Aragona.

Casa Morra prima ancora di essere uno spazio museale di circa 4.200 mq (parte dei quali destinati a ospitare l’ampia collezione Morra, composta da più di duemila opere dell’Azionismo Viennese, Happening, Fluxus, Poesia visiva e concreta, Body art), è un progetto di opera d’arte totale in cui difficilmente si distingue l’opera, l’artista, il mecenate-sodale e la vita. Ispirandosi al Gioco dell’Oca, quindi assumendo il principio dell’inderteminazione e della casualità, Morra
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Olga Scotto di Vettimo