GDA414 in edicola
Nuova testata GDA
Nuova testata GDA

Musei

Musealia Americana | The Ringling Museum of Art

Viaggio negli Stati Uniti alla scoperta di musei poco noti in Italia. Sarasota, Florida

The John and Mable Ringling Museum, Sarasota. Veduta del cortile

Immerso nel verde di fronte alla Sarasota Bay, sulla costa ovest della Florida a metà strada tra Miami e Orlando, il John and Mable Ringling Museum ha sempre un grande impatto su chiunque lo visiti. Non solo per il panorama mozzafiato che lo incornicia e le notevoli opere che custodisce, ma per la storia che racconta. Una storia scritta quasi un secolo fa dal re del circo americano e dalla sua amata moglie, grazie alla loro passione per Sarasota, l’arte e l’Italia.

Pioniere del circo itinerante moderno, John Nicholas Ringling (1866-1936) fece fortuna gestendo il Ringling Brothers Circus, la più importante e florida impresa circense degli Stati Uniti. Nel 1923 fondò inoltre la Bank of Sarasota e in quegli stessi anni cominciò a reinvestire i proventi dell’imprenditoria circense in petrolio, proprietà terriere e ferrovie. Nel 1925 il magnate compariva sulla copertina del «Time» come il tredicesimo uomo più ricco d’America. Il suo patrimonio era stimato in circa 200 milioni di dollari dell’epoca.

Con sua moglie Mable mise in piedi una peculiare collezione di opere d’arte e a Sarasota edificò la residenza dei loro sogni, soprannominata Ca’ d’Zan (Casa di John). Tutto ebbe inizio nel 1911 sulla Sarasota Bay, dove i coniugi acquistarono casa Palms Elysian. Da quel momento Ringling continuò a comprare terre fino a possedere il 25% dell’intera area di Sarasota.

L’eclettica residenza fu progettata in stile gotico veneziano, ispirata a edifici come la Ca’ d’Oro e il Palazzo dei Dogi di Venezia. L’architetto newyorkese Dwight James Baum (1866-1939) portò a termine i lavori in soli due anni, realizzando 41 camere e 15 bagni per un costo 1,5 milioni di dollari.
Purtroppo la moglie Mable non potè godere a lungo di Ca’ d’Zan: morì infatti nel 1929 a soli 54 anni, lasciando un cospicuo fondo di cui il museo ancora dispone.

Mable, amava lo stile veneziano e prediligeva il colore verde ricorrente nelle sale di Ca’ d’Zan, giocò un ruolo rilevante nell’ideazione e nell’acquisto degli arredi della lussuosa residenza: comprò diversi oggetti alle aste e durante i suoi viaggi in Europa.
La sua grande passione fu però il giardino delle rose, tanto che scelse una camera dalla quale poteva ammirare i suoi fiori sbocciare piuttosto che la Baia di Sarasota.

Fondato nel 1927, il John and Mable Ringling Museum è ancora oggi la più importante istituzione museale della Florida. L’edificio che lo ospita fu progettato dall’architetto John H. Phillips a poca distanza da Ca’ d’Zan, all’interno del campus culturale immaginato dai coniugi Ringling. Caratterizzato da uno stile rinascimentale e da tonalità rosa, il museo fu aperto al pubblico nel 1931 con la collezione dei coniugi Ringling di dipinti europei datati dal tardo Medioevo al XIX secolo e la missione di «promuovere l’educazione e l’apprezzamento dell’arte soprattutto tra i nostri giovani».

Nelle sue 21 gallerie si ammirano opere di Velázquez, Van Dyck, Poussin, Rubens, Bernardo Strozzi e Simon Vouet, solo per citarne alcuni. Il cortile ospita numerose repliche di sculture greco-romane e rinascimentali, tra cui una copia in bronzo del «David» di Michelangelo. Di grande interesse anche le repliche bronzee delle sculture antiche forgiate nei primi anni del XX secolo dalla Fonderia Chiurazzi di Napoli.

All’interno della collezione si scoprono anche opere meno note dell’arte italiana, per esempio una peculiare veduta della piazza delle Erbe di Torino, dipinta durante l’«Estrazione della lotteria» nel 1756 da Giovanni Michele Graneri. Di considerevole interesse anche il ciclo pittorico sui «Travestimenti di Arlecchino» del fiorentino Giovanni Domenico Ferretti (1692-1768).

Il 2 dicembre 1936, da poco compiuti i 70 anni, J.N. Ringling morì di polmonite, lasciando la sua proprietà al popolo della Florida. Nel decennio successivo alla sua scomparsa il museo veniva però aperto al pubblico solo occasionalmente e non fu mantenuto in modo efficiente. Nel 1946 fu nominato direttore del museo Arthur Everett «Chick» Austin Jr., già direttore del Wadsworth Atheneum di Hartford e noto come uno dei massimi esperti di arte barocca negli Stati Uniti.

Per onorare la memoria di Ringling, nel 1948 Austin fondò nel complesso di Sarasota il Circus Museum: la prima istituzione museale dedicata alla tradizione circense americana. Vi erano esposti costumi, locandine e numerosi oggetti di scena. Quattro anni più tardi, nel 1952, furono acquistati gli arredi del teatro realizzato nel 1798 da Andrea Locatelli per il Castello di Caterina Cornaro ad Asolo (vicino a Venezia), che veniva così ricostruito dall’altra parte dell’oceano, a oltre 8mila chilometri di distanza.

Nel 1980 il Ringling Museum è stato dichiarato State Art Museum of Florida, un importante riconoscimento pubblico. Nel 2000 ha preso avvio un nuovo corso: lo Stato della Florida ha assegnato la governance del museo alla Florida State University, facendo del Ringling uno dei maggiori centri d’arte universitari degli Stati Uniti. Dopo un periodo di chiusura per un rilevante intervento di ristrutturazione finanziato con fondi pubblici e privati, il museo ha riaperto i battenti nel 2002.

Nel 2006 è iniziata una fase di espansione e modernizzazione del centro culturale, coincisa con la nascita del Tibbals Learning Center, il centro dedicato alla storia del circo. Al suo interno sono ospitati i Ringling Archives e organizzate mostre di poster circensi. Nello stesso anno sono stati inoltre inaugurati il Visitors Pavillon, dove ancora oggi è allestito il Teatro storico di Asolo, e il Johnson-Blalock Education Center, sede della Biblioteca Ringling.
Per incrementare l’offerta culturale del campus nel 2016 è stato inaugurato il Ting Tsung and Wei Fong Chao Center for Asian Art, dove sono esposte a rotazione le collezioni di arte asiatica dei coniugi Ringling. Da menzionare infine i vari spazi dedicati alla produzione degli artisti contemporanei, tra tutti la Keith D. and Linda L. Monda Gallery for Contemporary Art.

MUSEALIA AMERICANA
Viaggio negli Stati Uniti alla scoperta di musei poco noti in Italia

Chrysler Museum of Art | Nortfolk, Virgina
Wadsworth Atheneum of Art | Hartford, Connecticut
Philadelphia Museum of Art | Filadelfia, Pennsylvania
Barnes Foundation | Filadelfia, Pennsylvania
Nelson Atkins Museum | Kansas City, Missouri
Detroit Institute of Arts | Detroit, Michigan
The Art Institute | Chicago, Illinois
National Gallery of Art | Washington, District of Columbia
Neue Galerie | New York
Morgan Library & Museum | New York
Hispanic Society Museum | New York
Frick Collection | New York
Brooklyn Museum | New York
Legion of Honor Museum | San Francisco, California
Hearts Castle | San Simeon, California
Getty Villa | Los Angeles, California
San Diego Museum of Art | San Diego, California
Isabella Stewart Gardner Museum | Boston, Massachusetts
Harward Arts Museums
, Cambridge, Massachusetts
Kimbell Art Museum | Fort Worth, Texas
Menil Collection
| Houston, Texas
Ringling Museum of Art | Sarasota, Florida
Vizcaya Museum | Miami, Florida

Thomas Clement Salomon, edizione online, 5 febbraio 2021

©RIPRODUZIONE RISERVATA
  • Giovanni Michele Graneri, «L'estrazione della lotteria in Piazza delle Erbe a Torino». The John and Mable Ringling Museum, Sarasota
  • The John and Mable Ringling Museum, Sarasota. Veduta dell'ingresso
  • Giovanni Domenico Ferretti, «Arlecchino ghiotto». The John and Mable Ringling Museum, Sarasota
  • Il John and Mable Ringling Museum of Art a Sarasota
  • Copia della Fontana delle Tartarughe progettata da Giacomo Della Porta a Roma. The John and Mable Ringling Museum, Sarasota
GDA414GDA414 VERNISSAGEGDA414 GDECONOMIAGDA414 GDMOSTREGDA414 RA ASTE
Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012