Mostre a casa di Madame Mère

Il restauro di Palazzo Bonaparte a Roma a cura del Gruppo Generali, che interviene anche nei Giardini reali di Venezia

La Sala dei Ricevimenti al piano nobile di Palazzo Bonaparte a Roma
Veronica Rodenigo |  | Roma

Affacciato su piazza Venezia Palazzo Bonaparte porta il nome della sua più celebre proprietaria. La sua edificazione risale alla seconda metà del Seicento: fu la famiglia d’Aste ad affidarne il progetto all’architetto Giovanni Antonio De Rossi. Dopo un passaggio di mano alla famiglia nobiliare dei Rinuccini, nel 1818 lo acquista Maria Letizia Ramolino, madre di Napoleone, che stabilisce la propria dimora al piano nobile per rimanervi sino alla morte nel 1836.

La proprietà resterà agli eredi fino ai primi anni del Novecento e nel 1972 il palazzo viene infine acquisito da Ina Assitalia, la società assicurativa del Gruppo Generali che provvede al suo restauro. Il palazzo non era mai stato accessibile al pubblico, ma ora il Gruppo Generali ha deciso di restituirlo alla comunità nell’ambito del progetto Valore Cultura: grazie a una partnership con Arthemisia il piano nobile ospiterà mostre
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Veronica Rodenigo
Altri articoli in RESTAURO