Mirò si vede e si sente

Veronica Rodenigo |  | Passariano (Ud)

 «Joan Miró a Villa Manin. Soli di notte» è la mostra che fino al 3 aprile è allestita a Villa Manin a cura di Marco Minuz e Elvira Camara. In tutto 250 opere circa tra dipinti, disegni, schizzi, progetti e sculture (provenienti dalla Fondazione Pilar e Joan Miró di Palma di Majorca e dalle collezioni degli eredi) vengono ad affiancarsi a documenti e a un focus costituito da 50 fotografie ritraenti l’artista (Barcellona, 1893 - Palma de Majorca, 1983) firmate da Bresson, Mulas, Brassaï, List, Man Ray, Halsmann e Gomis.

Oltre a ricreare la «stanza rossa», lo studiolo privato di Miró con alle pareti i ritratti dei suoi genitori, il percorso suggerisce un’ulteriore esperienza attraverso il lavoro ad hoc del musicista e compositore Teho Teardo che ha campionato i suoni di Maiorca e dello studio dell’artista.

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Veronica Rodenigo