Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Notizie

Mercato globale. Il report Art Basel/Ubs | 2

Alle aste aumentano le vendite private rispetto alle più rischiose aste pubbliche

«All the Eternal Love I Have for the Pumpkins» (2016) di Yayoi Kusama, tra gli artisti più venduti in trattativa privata. Cortesia Ota Fine Arts, Tokyo/Singapore and Victoria Miro, Londra. © Yayoi Kusama

La fascia alta del mercato delle aste si è raffreddata nel 2019, un anno caratterizzato dalla dispersione di poche grandi proprietà. A subirne maggiormente le conseguenze sono state le opere vendute sopra i 10 milioni di dollari, che hanno subito un calo del 39% per valore, con il 35% in meno di lotti ceduti. In un’epoca di incertezza i collezionisti spesso optano per la sicurezza delle vendite private rispetto alle più rischiose aste pubbliche, una tendenza confermata nel 2019.

I galleristi hanno riferito un incremento del 2% nelle vendite, per un totale di 36,8 miliardi di dollari, così come sono per la maggior parte in crescita le vendite private delle case d’asta, mentre scendono del 17% quelle in asta, a 24,2 miliardi di dollari. Christie’s ha riferito un +24% nelle vendite private, per 811 milioni di dollari (il 15% delle vendite totali), mentre da Phillips le trattative private sono salite del 34% a 172 milioni (il 19% delle vendite totali). Sotheby’s ha registrato un lieve calo da 1 miliardo a 990mila dollari (il 17% degli affari nel 2019), ma il 70% in più rispetto al 2016.

Anny Shaw, da Il Giornale dell'Arte numero 407, aprile 2020



GDA411 OTTOBRE 2020

GDA411 OTTOBRE 2020 VERNISSAGE

GDA411 OTTOBRE 2020 GDECONOMIA

GDA411 OTTOBRE 2020 GDMOSTRE

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012