Meraviglie dal SUDAN | 13. Sulla strada del ritorno

Con questa puntata si conclude il viaggio di Francesco Tiradritti

Strada di Omdurman. Foto: Francesco Tiradritti
Francesco Tiradritti |

Il tragitto da Marawi a Khartoum si percorre in macchina in poco più di quattro ore. Un tempo ce ne volevano anche quattordici. Il sostanziale miglioramento è avvenuto grazie alla realizzazione di una strada asfaltata finanziata da Osama Bin Laden. Proprio il tristemente celebre Osama.

Il Sudan è stato a lungo uno dei paesi in cui trovavano rifugio i terroristi di tutto il mondo e agli inizi degli anni Novanta mi è anche capitato di bere una limonata all’Hilton di Khartoum a pochi tavoli di distanza da quello al quale era seduto Carlos. Non un’esperienza piacevole. Mi ricordo ancora la sgradevole sensazione di minaccia incombente provata a trovarsi a neanche venti metri di distanza da un individuo così pericoloso. Ero attanagliato dal terrore che potesse accadere qualcosa di tremendo da un momento all’altro.

Ora il Sudan è cambiato e in tanti quaggiù sperano che gli Stati Uniti decidano di
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata Francesco Tiradritti con un gruppo di operai nel 1984. Foto di Irene Vincentelli Monumento alla «jabana», la caffettiera sudanese. Foto di Francesco Tiradritti
Altri articoli di Francesco Tiradritti