Mentre Londra celebra Russel Page, New York distrugge il giardino della Frick

Russell Page, Il giardino della Frick Collection a New York  © The Frick Collection Museum
Giovanni Pellinghelli del Monticello |  | Londra

Londra e New York. Il Garden Museum di Londra celebra con la mostra «The Education of a Gardener: The Life and Work of Russel Page (1906-1985)», dal 25 marzo al 21 giugno, uno dei più celebrati architetti di giardini del Novecento. Russell Page ebbe formazione artistica prima alla Slade School of Fine Art della London University (1924-26,) allievo di Henry Tonks (colui che aprì agli Impressionisti le porte dell’arte in Inghilterra e che fu amico e mentore di Whistler e Sargent), poi a Parigi dal 1927 al 1932. Un’impostazione che resta evidente in tutte le sue opere di paesaggista, in cui geometria e armonia compositiva sono fuse in una concezione prettamente pittorica. In mostra, la prima retrospettiva dell'opera di Page, sono esposti oltre 50 dipinti, fotografie e disegni dall’archivio privato di Russell Page, dalla raccolta della Royal Horticultural Society e da collezioni pubbliche e private del Regno
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata Russel Page nel 1931 © The Russell Page Estate Russel Page, Il giardino di Villa Silvio Pellico, Moncalieri (Torino), 2014, particolare: il labirinto centrale di bosso e i ciliegi in fiore © Raimonda Lanza di Trabia Gamna Russel Page nei giardini di Villa d’Agliè 1960 circa © Villa d’Agliè
Altri articoli di Giovanni Pellinghelli del Monticello