Meno opere, più qualità e più cultura

Michela Moro |  | Londra

Volumi maggiori per Christie’s, Sotheby’s allarga l’ambito con artisti stranieri «nel contesto» italiano
Il rito delle Italian Sales londinesi si ripete tra pochi giorni. Claudia Dwek, Sotheby’s (con l’asta intitolata «In Context Italian art»), e Mariolina Bassetti, Christie’s (con la sua «Thinking Italian»), non hanno dato nulla per scontato e affrontano questa tornata con piglio e idee molto precise.
Sentiamo per prima Mariolina Bassetti: «È il momento di aste più sofisticate e impegnative, finora avevamo proposto un artista e un periodo nuovo ogni anno, adesso vogliamo fare un ulteriore salto di qualità». Il catalogo di «Thinking Italian» propone solo 31 lotti, si è ristretta l’offerta delle opere? «Al contrario, è una scelta, tant’è che pensiamo a un risultato intorno ai 29 milioni di sterline, quando la scorsa edizione era inferiore ai 20 milioni di sterline».
Quali
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Michela Moro