Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Notizie

Marea a Venezia. Chi pagherà | 4. Il Conservatorio

360 milioni di euro: a tanto ammonterebbe il danno ai soli beni pubblici dopo le ondate di marea eccezionale iniziate il 12 novembre

Alcuni volumi e strumenti musicali del Conservatorio di Venezia messi ad asciugare

Nel Conservatorio veneziano l’acqua ha invaso biblioteca e archivi danneggiando anche manoscritti di fine ’700 e inizi ’800 con musiche di Domenico Cimarosa («Orazi e Curiazi» e «Matrimonio segreto»), quartetti e quintetti di Luigi Boccherini, opere manoscritte di Luigi Borghi, Giuseppe Cambini, Antonio Caldara e un’edizione di Giuseppe Sala (del 1705) delle sonate a tre di Vivaldi.

Anche in questo caso studenti e volontari, in accordo con esperti restauratori della Biblioteca Marciana e della Soprintendenza Beni archivisti e librari, hanno provveduto all’asciugatura ponendo tra le pagine fogli di carta assorbente e sostituendoli di volta in volta. I volumi più preziosi (circa 3mila documenti per 65 metri lineari) sono stati spediti alla ditta specializzata Frati & Livi di Bologna per la fase di recupero preliminare consistente nel congelamento a -20° C cui seguirà un’asciugatura con un processo di liofilizzazione.

Da qui le musiche manoscritte verranno affidate al laboratorio di restauro della Biblioteca nazionale centrale di Firenze che si farà carico del restauro. Costo complessivo: circa 190mila euro, ci comunicano. Per gli altri aspetti, tra cui sistemazione delle scaffalature e sanificazione dei locali, non ci sono ancora previsioni di spesa.



Marea a Venezia. Chi pagherà

1. Un bagno costosissimo
2. La basilica
3. Le chiese
4. Il Conservatorio
5. La Galleria Franchetti

Veronica Rodenigo, da Il Giornale dell'Arte numero 405, febbraio 2020


GDA aprile 2020

Vernissage aprile 2020

Il Giornale delle Mostre online aprile 2020

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012