Lunga vita ad «Arte Forte»

Mariella Rossi |  | Trento

Fondatore e direttore della galleria Studio d’Arte Raffaelli di Trento, Giordano Raffaelli è l’ideatore della mostra diffusa «Arte Forte». 

Com’è nato il progetto?

La prima mostra di arte contemporanea in un forte austroungarico del Trentino cui ho preso parte, grazie al coinvolgimento di Patrizia Buonanno, è stata organizzata a Forte Strino nel 2003 in collaborazione con l’associazione culturale Comitato Forte Strino, diretta da Daniele Bertolini. Tale iniziativa è proseguita negli anni con mostre di artisti italiani e internazionali come Donald Baechler, Stefano Cagol, Michelangelo Galliani, Andrea Salvetti, Nicola Samorì e altri. In un recente colloquio con il direttore della Fondazione Museo Storico di Trento, Giuseppe Ferrandi, abbiamo deciso di coinvolgere nel progetto altri forti costruiti sul vecchio confine tra l’Italia e l’Impero austroungarico.

Quali sono le sedi e i soggetti coinvolti?

Sono
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Mariella Rossi