GDA415 IN EDICOLA
Nuova testata GDA
Nuova testata GDA

Louise Burckhardt, all'origine del Kunstmuseum

Rara figura di donna collezionista nell’Ottocento europeo, pose le basi del museo basilense

«La Crocefissione di Cristo» (1465-70) di Bartolomeo Vivarini, Basilea, Kunstmuseum (particolare)

Basilea (Svizzera). S’intitola «Bildenlust» (La voluttà dell’immagine) la mostra che il Kunstmuseum di Basilea dedica fino al 29 marzo a colei che di fatto è stata la sua creatrice: Louise Burckhardt (1845-1920), ereditiera svizzera e moglie dell’antropologo e antiquario Johann-Jakob Bachofen (ideatore della teoria della Matriarchia come base iniziale di tutte le forme sociali). Louise consacrò la sua vita e la sua fortuna a creare una propria collezione pittorica che alla sua morte divenisse il nucleo portante del museo di Basilea, così da permettergli di tenere testa ai grandi musei europei di Londra, Parigi, Roma e Berlino, che aveva imparato ad amare in gioventù.

Rara figura di donna collezionista nell’Ottocento europeo (paragonabile forse solo all’onnivora e spericolata americana Isabella Stewart Gardner), raccolse oltre 300 opere che costituiscono oggi la base della sezione degli Antichi Maestri e dell’Ottocento del Kunstmuseum Basel. E se la doviziosa bostoniana Isabella era stata duttile strumento ...
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

Giovanni Pellinghelli del Monticello, da Il Giornale dell'Arte numero 403, dicembre 2019

©RIPRODUZIONE RISERVATA
GDA415GDA 415 GDMostre
Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012