Lo Zopparello veneto in Abruzzo

Restaurati gli affreschi del 1559 nella chiesa di Santa Maria Valleverde dei Riformati

Lo «Sposalizio della Vergine», dello Zopparello
Stefano Miliani |

Celano (Aq). Infiltrazioni d’acqua e distacchi dell’intonaco minavano sia lo sposalizio e la morte della Vergine sia il san Girolamo affrescati nel 1559 da un pittore veneto ben poco documentato, Paolo Zoppare detto Zopparello, nella cappella della Madonna della Misericordia della chiesa dei Frati minori di San Bernardino chiamata Santa Maria Valleverde dei Riformati.

I tre affreschi sono stati restaurati come riepiloga Antonella Lopardi della Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio dell’Abruzzo che ha diretto i lavori con Maria Gabriella d’Ippolito: «Dovevamo recuperare e reintegrare l’apparato pittorico per consolidarlo e per “mantenere la materia” come diceva Cesare Brandi; inoltre la luce del sole da una finestra aveva impresso una coloritura diversa a porzioni di affreschi». Le scene, ha aggiunto la Lopardi, «risentono di una cultura napoletana con tratti nordici e
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Stefano Miliani