Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Restauro

Le trame di Raffaello a Mondovì

Esposto un arazzo di Bruxelles su cartone da un'opera dell'artista urbinate

Particolare dell'arazzo esposto a Mondovì

Mondovì (Cn). Fino al 15 marzo al piano terra del Palazzo Fauzone di Germagnano, sede del Museo della Ceramica di Mondovì, è in corso «Le trame di Raffaello. Il restauro dell’arazzo Madonna del Divino Amore del Museo Pontificio di Loreto». Protagonista è l’arazzo realizzato a inizio Cinquecento dalla Manifattura di Bruxelles su cartone derivante da un’opera di Raffaello Sanzio, del quale ricorre nel 2020 l’anniversario dei 500 anni dalla morte.

L’opera esposta a Mondovì, raffigurante la Madonna con Bambino, sant’Anna e san Giovannino, venne commissionata dal potente vescovo di Liegi Érard de la Marck. A fine Seicento divenne proprietà di papa Alessandro VIII Ottoboni e nel 1723 il nipote, il cardinale Pietro Ottoboni, ne fece dono al Santuario di Loreto. L’iniziativa nasce dalla collaborazione tra Fondazione Crc, Centro Conservazione e Restauro La Venaria Reale, Museo Pontificio di Loreto, Museo della Ceramica e Comune di Mondovì.

Prima di essere esposta nel capoluogo monregalese, l’opera è stata oggetto di un accurato restauro (durato circa tre mesi) condotto dal Centro Conservazione e Restauro La Venaria Reale e volto a ripulire e consolidare il manufatto, eliminando gli accumuli di polvere attraverso la tecnologia laser. Prosegue quindi la collaborazione tra il Museo della Ceramica e il Centro di Restauro La Venaria Reale, che negli ultimi anni ha portato nella città opere di Manet e Kandinskij.

Emmanuele Bo, da Il Giornale dell'Arte numero 404, gennaio 2020


Ricerca


GDA gennaio 2020

Vernissage gennaio 2020

Il Giornale delle Mostre online gennaio 2020

RA Case d

Vedere a ...
Vedere a Bologna 2020

Vedere a Napoli 2019

Vedere in Sardegna 2019

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012