Le insidie della banana virale

Anche il libretto di istruzioni fornito dall’artista agli acquirenti è tutelato come opera dell’ingegno. E chi ne sfrutta l’immagine, come Carrefour o Durex, rischia di violare il diritto d’autore

La Banana di Cattelan e l'instant marketing aziendale
Gloria Gatti |

Milano. Il refrain dell’arte contemporanea è sempre lo stesso, «lo potevo fare anch’io», come il titolo di un libro di Francesco Bonami. Ora il tormentone tocca alla virale banana di Cattelan, presentata dalla Galleria Perrotin ad Art Basel Miami il 4 dicembre. In effetti la banana attaccata al muro con il nastro da pacchi l’hanno rifatta anche Carrefour, Durex e Burger King, solo per citarne alcuni, e l’hanno usata per pubblicizzare i loro prodotti. Ma solo i tre collezionisti che hanno acquistato «Comedian» potranno, grazie al certificato di autenticità e al manuale di istruzioni elaborato dell’artista, fare legittimamente arte da soli!

Cattelan ha infatti raccontato e illustrato fotograficamente il processo di creazione, indicando la lunghezza del nastro adesivo e il suo posizionamento; ha precisato a quanti centimetri da terra deve essere collocata la banana e da che altezza bisogna
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Gloria Gatti