Le case d'asta italiane nel 2020 | CURIO

Il rapporto consuntivo di 28 case d'asta

Michela Moro |

Curio di Firenze è una realtà di nicchia specializzata in preziosi che lavora solo online. La direttrice Laura Patrizia Barbieri commenta così i propri risultati: «Abbiamo fatto 3 aste di gioielli per un totale di venduto pari a 374.600 euro. Il lotto più importante è stato un bracciale tennis in oro bianco e diamanti taglio smeraldo per 16.30 ct degli anni Sessanta venduto a 23.750 euro. Nonostante l’incertezza, le tre vendite di Gioielli Antichi, Moderni e Orologi hanno avuto una media di venduto tra il 65-70%. I gioielli più richiesti sono stati, come sempre per Curio, quelli d’epoca che continuano a essere la nostra forza. Abbiamo venduto bene anche i gioielli tra gli anni Cinquanta e Sessanta, artigianali e di grande qualità. La difficoltà principale è stata reperire il materiale perché la limitazione degli spostamenti ha congelato il Paese. Nonostante ciò le aste hanno avuto un buon seguito, grazie ai nostri clienti affezionati, siamo online da 7 anni, e anche a molti clienti nuovi che hanno partecipato con entusiasmo».

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Michela Moro
Altri articoli in ASTE