Le case d'asta italiane nel 2020 | COLASANTI

Il rapporto consuntivo di 28 case d'asta

Ettore Sottsass, prod. Vistosi, Dieci vasi in vetro soffiato, aggiudicati a 32.500 euro
Michela Moro |  | Italia

La romana Colasanti raccoglie nell’anno 2,5 milioni, esitando 8 aste. Le responsabili Francesca e Raffaella Colasanti dichiarano: «Il bilancio annuale, anche se in lieve calo rispetto al 2019, conferma il buon trend d’investimento nella vendita all’incanto visto negli ultimi anni, e si conferma l’aumento delle vendite online. È indubbio che la situazione sanitaria non abbia favorito l’ampliamento delle vendite, allo stesso tempo ha però orientato maggiormente l’interesse verso i beni rifugio, consolidando le quote di mercato del dipartimento di Gioielli e Orologi.

La chiusura del 2020 ha visto una forte accelerata del Fine Art e degli Argenti & Arte della Tavola, con una percentuale di venduto rispettivamente dell’80% e del 97%. La percezione del mercato è dunque positiva, il che ci fa essere fiduciosi per le prospettive di vendita del 2021
».

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Michela Moro