Le case d'asta italiane nel 2020 | CHRISTIE'S

Il rapporto consuntivo di 28 case d'asta

Michela Moro |

Christie’s Italia esita una sola vendita annuale di Arte Moderna e Contemporanea, «Thinking Italian Milan», quest’anno tenutasi a novembre alla sola presenza dei professionisti della casa d’aste. Sono state acquisite opere per 6.857.875 euro con il 79% di venduto per lotto, 87 lotti aggiudicati sui 113 offerti.

Mariolina Bassetti, Chairman, Post-War & Contemporary Art, Continental Europe and Chairman, Christie’s Italy, rifletteva così sui risultati (cfr. pp. 22-23): «I clienti hanno risposto bene al cambiamento di formato, con la partecipazione online in contemporanea alle offerte telefoniche dei nostri specialisti di Milano, Parigi e Londra. I nuovi collezionisti hanno rappresentato il 20% degli offerenti, testimonianza di una clientela interessata all’arte italiana. La vendita è stata guidata dal “Paesaggio anemico I” di Mario Schifano del 1964 esitato a 644mila euro, e presentava una selezione di opere di importanti artisti italiani che hanno definito l’arte visiva del XX secolo. Ulteriori highlight sono stati “Senza titolo (Uno nove sette otto)” di Alghiero Boetti con 620mila euro, e “Concetto Spaziale” di Lucio Fontana, venduto per 250mila euro».

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Michela Moro
Altri articoli in ASTE