Le case d'asta italiane nel 2020 | BOLAFFI

Il rapporto consuntivo di 28 case d'asta

Michela Moro |  | Torino

La torinese Bolaffi è al secondo posto con il risultato di 27 milioni di euro. Nell’offerta delle 40 aste i dipartimenti migliori sono stati Numismatica, Gioielli e Orologi, e Filatelia, con risultati che si riflettono nei top lot: Rolex Oyster Cosmograph Daytona ref. 6262 Paul Newman «Panda», 1970, aggiudicato a 197.500 euro; il diamante non montato di oltre 8 carati, venduto a 195mila euro e l’opera di Carla Accardi «A settori» (1962), battuta a 149.500 euro.

Dichiara l’amministratore delegato Filippo Bolaffi: «In un anno molto difficile la tecnologia e il lavoro di squadra ci hanno permesso di svolgere comunque la maggior parte delle aste in modalità internet live. Il fatto di non poter viaggiare per molti mesi ovviamente ha rappresentato una seria limitazione per il nostro lavoro che si fonda sull’esame dal vivo di beni pregiati.

Ciononostante, tutte le aste sono state molto partecipate e la nostra casa d’aste londinese Harmers of London è riuscita a organizzare le sue prime due vendite di monete e francobolli
».

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Michela Moro
Altri articoli in ASTE