Le case d'asta italiane nel 2020 | BOETTO

Il rapporto consuntivo di 28 case d'asta

Michela Moro |

La genovese Boetto ha prodotto 10 aste con un risultato di 8,5 milioni. Per Paolo Capozzi, membro del consiglio di amministrazione della casa d’aste «il 2020 è stato un anno pieno di difficoltà, dovute soprattutto alla pandemia e alle problematiche organizzative che ha determinato. Nonostante ciò, a livello di fatturato l’anno si è concluso solo con un lieve calo (circa il 10% in meno rispetto all’anno precedente) ma, visto anche il lieve abbassamento delle spese generali, si è giunti a un sostanziale pareggio degli utili annuali rispetto al 2019. A livello di clientela abbiamo registrato un aumento di clienti soprattutto online, perché non essendoci più fiere causa Covid-19, i clienti interessati all’arte si sono spostati verso il mondo delle case d’asta, che grazie alla pubblicazione dei cataloghi in rete offrivano la possibilità di consultare un gran numero di oggetti da poter acquistare anche comodamente da casa».

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Michela Moro
Altri articoli in ASTE